Prototipo di compattatore ecologico VUS a servizio del centro storico

Frutto di un progetto innovativo è ecologico e silenzioso

Frutto di un progetto sperimentale e di una collaborazione tra VUS e il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università di Perugia, lo studio di ingegneria  “Aereo Consult” di Foligno, realizzato dalle ditte Solani e Magrini di Spoleto, il nuovo compattatore ecologico di VUS viene presentato alla città e sarà esposto in piazza Garibaldi da domani a domenica.

Il prototipo verrà utilizzato per la raccolta dei rifiuti nel centro storico di Spoleto dove sfrutta al meglio le sue potenzialità di mezzo silenzioso ed ecologico.

compattatore_rifiuti_vus-3

L'autocompattatore utilizza un sistema di alimentazione ibrida, diesel ed elettrica, con una tecnologia innovativa ed unica al mondo. Al momento non esistono praticamente sul mercato autocompattatori  elettrici per i rifiuti di una certa dimensione, in quanto l’ostacolo maggiore è rappresentato dal vincolo peso/potenza elettrica. Il peso totale a terra del mezzo (sistema di compattazione più il cassone di contenimento, più la pala di espulsione, più il peso del mezzo stesso), lascia ben poco spazio al trasporto e al sistema di compattazione dei rifiuti. I limiti consueti all’utilizzo di un mezzo esclusivamente elettrico sono principalmente rappresentati: a) dalla percorrenza per svolgere il giro di raccolta e  per raggiungerei luoghi di smaltimento dei rifiuti e b) dalle caratteristiche dei nostri centri storici con notevoli pendenze. Tali caratteristiche impongono di norma un volume delle batterie che utilizza gran parte della capacità di carico e hanno reso fino ad ora improponibile l'uso di mezzi di compattazione elettrica per i centri storici con pendenze di un certo rilievo.

Ma il nuovo sistema del prototipo consente un consumo energetico nel sistema di compattazione e trazione analogo a quello della sola trazione. Grazie all’idea innovativa di questo compattatore ibrido il motore termico (combustibile tradizionale diesel) e quello elettrico sono collegati in parallelo direttamente al cambio di velocità che permette di utilizzare il solo motore tradizionale per gli spostamenti extra urbani, quello elettrico per il circuito urbano e il misto solo nei casi di salita a pieno carico. Durante i percorsi di trasferenza il motore termico procede anche a ricaricare le batterie necessarie per l’utilizzo elettrico del mezzo (ma è possibile un’ulteriore ricarica anche con l'allaccio alla corrente elettrica, durante le ore notturne in cui non si utilizza il mezzo).

I vantaggi ecologici derivanti dall'uso di questo mezzo sono notevoli e riguardano l'eliminazione dell’inquinamento gassoso, la notevole riduzione dell’inquinamento acustico, delle polveri sottili causate dal consumo di freni e frizione e la riduzione  dei consumi di carburante tradizionale (di circa 8/10%)

Alcuni dati del prototipo

66 batterie collegate in serie da 12 volt, peso circa 600 kg.

Mezzo: fiat iveco 120   cilindrata 4000 cmc

Velocità max con sola trazione elettrica 60 km/h.

Peso complessivo modifica 800 kg.

Costo prototipo circa 170.000 euro

Investimento innovativo R&S in collaborazione con le università ed i centri pubblici di ricerca consente all’azienda di usufruire di un credito d’imposta del 90% in tre anni sul valore dell’investimento innovativo addizionale (decreto Sviluppo 2011)