visita_sorgente.sito
Si è concluso il progetto annuale di educazione ambientale di Valle Umbra Servizi per le scuole del territorio che ha visto la partecipazione di oltre 1500 studenti. Valle Umbra Servizi si è impegnata a stimolare nei giovani la crescita di consapevolezza nelle tematiche ambientali invitandole a diventare “Sentinelle ambientali” “pronte ad educare i più grandi ai giusti comportamenti”.
Rivolto alle scuole di tutti i gradi, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado, il progetto ha coinvolto gli studenti in attività mirate alle buone pratiche, cercando di sensibilizzarli ad adottare comportamenti responsabili affinché il rispetto dell’ambiente diventi uno stile di vita.

Quest’anno il progetto si è integrato in parte con quello ideato dal Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno intitolato “ Materie seconde” che ha promosso il passaggio concettuale da ‘rifiuti’ a ‘materie seconde’ appunto: un mutamento di denominazione e di impostazione che potrebbe aiutare a cambiare anche nella percezione di quella che da molti viene definita ‘immondizia di cui liberarsi’.
Tra le finalità del progetto, che proseguirà anche il prossimo anno, la riduzione, il corretto smaltimento e il riuso dei rifiuti; sulla base delle necessarie conoscenze scientifiche gli alunni hanno avuto la possibilità di riflettere in gruppo e con l’affiancamento di esperti sulle pratiche adottate nella realtà.
I bambini più piccoli hanno invece svolto attività con una veste più ‘artistica’: i temi ambientali sono stati affrontati utilizzando il film di animazione Disney-Pixar “WALL-E” e gli spettacoli teatrali sulla carta riciclata “L’Omino di carta” e “Sogni di carta.
Come ogni anno, le classi si sono poi cimentate in una gara di raccolta differenziata: genitori e familiari degli alunni sono stati coinvolti per portare rifiuti ai Centri di Raccolta e contribuire quindi al punteggio della propria classe. Vincitrice della gara è stata la classe 1B della scuola secondaria di I°”A. Manzoni” di Spoleto che ha ottenuto un buono spesa di euro 300,00 in materiale didattico. Seconda e terza classificata sono state la 3B della scuola secondaria di I°dell’Ist. Omnicomprensivo “De Gasperi-Battaglia” di Norcia, vincitrice di un buono spesa di euro 200,00, e la classe 4 della primaria di Sportella Marini di Foligno con un buono da euro 150,00.
Come di consueto non sono mancate le visite agli impianti gestiti da Valle Umbra. La novità di quest’anno è stata la possibilità di visitare la Cartiera di Trevi, partner nell’accordo ‘Carta a km 0’ che ha permesso di avviare a riciclo, direttamente nel territorio, la carta e cartone provenienti dalla raccolta differenziata prodotta dai 22 comuni gestiti. La visita ha mostrato concretamente i benefici della raccolta differenziata e di come i rifiuti si trasformano in risorse.
Infine, a tutti coloro che hanno svolto attività legate al ciclo dell’acqua è stato consegnato un nuovo gadget: una clessidra con ventosa che permette di controllare il tempo trascorso sotto la doccia, evitando così lo spreco di questa preziosa risorsa.
Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4

Si è concluso il progetto annuale di educazione ambientale di Valle Umbra Servizi per le scuole del territorio che ha visto la partecipazione di oltre 1500 studenti.

Valle Umbra Servizi si è impegnata a stimolare nei giovani la crescita di consapevolezza nelle tematiche ambientali invitandole a diventare “Sentinelle ambientali” “pronte ad educare i più grandi ai giusti comportamenti”.

Rivolto alle scuole di tutti i gradi, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado, il progetto ha coinvolto gli studenti in attività mirate alle buone pratiche, cercando di sensibilizzarli ad adottare comportamenti responsabili affinché il rispetto dell’ambiente diventi uno stile di vita.

Quest’anno il progetto si è integrato in parte con quello ideato dal Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno intitolato “ Materie seconde” che ha promosso il passaggio concettuale da ‘rifiuti’ a ‘materie seconde’ appunto: un mutamento di denominazione e di impostazione che potrebbe aiutare a cambiare anche nella percezione di quella che da molti viene definita ‘immondizia di cui liberarsi’.

Tra le finalità del progetto, che proseguirà anche il prossimo anno, la riduzione, il corretto smaltimento e il riuso dei rifiuti; sulla base delle necessarie conoscenze scientifiche gli alunni hanno avuto la possibilità di riflettere in gruppo e con l’affiancamento di esperti sulle pratiche adottate nella realtà.

I bambini più piccoli hanno invece svolto attività con una veste più ‘artistica’: i temi ambientali sono stati affrontati utilizzando il film di animazione Disney-Pixar “WALL-E” e gli spettacoli teatrali sulla carta riciclata “L’Omino di carta” e “Sogni di carta.

Come ogni anno, le classi si sono poi cimentate in una gara di raccolta differenziata: genitori e familiari degli alunni sono stati coinvolti per portare rifiuti ai Centri di Raccolta e contribuire quindi al punteggio della propria classe. Vincitrice della gara è stata la classe 1B della scuola secondaria di I°”A. Manzoni” di Spoleto che ha ottenuto un buono spesa di euro 300,00 in materiale didattico. Seconda e terza classificata sono state la 3B della scuola secondaria di I°dell’Ist. Omnicomprensivo “De Gasperi-Battaglia” di Norcia, vincitrice di un buono spesa di euro 200,00, e la classe 4 della primaria di Sportella Marini di Foligno con un buono da euro 150,00.

Come di consueto non sono mancate le visite agli impianti gestiti da Valle Umbra. La novità di quest’anno è stata la possibilità di visitare la Cartiera di Trevi, partner nell’accordo ‘Carta a km 0’ che ha permesso di avviare a riciclo, direttamente nel territorio, la carta e cartone provenienti dalla raccolta differenziata prodotta dai 22 comuni gestiti. La visita ha mostrato concretamente i benefici della raccolta differenziata e di come i rifiuti si trasformano in risorse.

Infine, a tutti coloro che hanno svolto attività legate al ciclo dell’acqua è stato consegnato un nuovo gadget: una clessidra con ventosa che permette di controllare il tempo trascorso sotto la doccia, evitando così lo spreco di questa preziosa risorsa.