PIC_2478a

Con la rinnovata formula della gara di cucina tra cittadini si è conclusa Golosambiente, l'iniziativa realizzata all'interno del Differenziatur in piazza Garibaldi, nell'ambito della Settimana Ecologica. Partecipazione al di là delle aspettative, tanto che purtroppo non tutti hanno potuto esibire il proprio talento in cucina, visto il limitato tempo a disposizione.

Che la cucina fosse una passione sempre più diffusa è indubbio, ma che coinvolgesse anche tanti giovani non era scontato. Tra i 23 concorrenti che hanno partecipato, due giovani, Jacopo Martellini di 14 anni e Laura Leoni di 12 hanno realizzato autonomamente la propria ricetta, ma diversi altri giovani cuochi hanno collaborato con i propri genitori partecipanti all'iniziativa.

Passione per la cucina che si è coniugata perfettamente con quella dell'ambiente, visto che praticamente tutti i partecipanti si sono dimostrati molto attenti e preparati sulla corretta separazione dei rifiuti.

La commissione giudicante, composta dalla preside dell'Istituto Alberghiero, Fiorella Sagrestani, dal grande campione di basket Roberto Brunamonti e dall'illustre spoletina Vanessa Pallucchi, della segreteria di Legambiente nazionale, ha proclamato vincitore della gara Attilio Trapanese che ha preparato bocconcini di pollo con crema di radicchio e gorgonzola. Altre quattro ricette hanno raggiunto il punteggio massimo e il vincitore e' stato quindi proclamato dopo estrazione.

La ricetta più sostenibile e il titolo di eco chef è stato assegnato venerdì a Viviana Gentileschi, che ha preparato una frittata al tartufo, mentre sabato e' stato assegnato a Aleandra Baruzzo, che ha realizzato degli splendidi cannoli siciliani. La ricetta più sostenibile è stata valutata tenendo conto della stagionalità dei prodotti, della tipicità e della reperibilità locale dei prodotti necessari, dell'impatto ambientale legato alla sua realizzazione.

Con questa iniziativa si vuole inoltre mostrare che fare la raccolta differenziata è semplice e diventa un’abitudine se in cucina, il luogo dove si producono la maggior parte dei rifiuti, si è organizzati per separarli. Peraltro, una testimonianza dell’utilità della raccolta differenziata è anche fornita dallo stesso “contenitore” del DifferenziaTUr; lo stand gonfiabile della Regione dell’Umbria è infatti realizzato con 10.400 bottiglie di PET, il tipo di plastica utilizzato per i contenitori dell’acqua minerale.

FOTOGALLERY sulla pagina Facebook

LE RICETTE DEI CONCORRENTI