Dopo il recente collegamento in rete del nuovo pozzo di Bovara a Trevi, proseguono gli interventi di VUS per far fronte all’emergenza idrica, che si sta profilando particolarmente grave se continua la siccità che ha caratterizzato queste ultime stagioni. Il collegamento del nuovo pozzo di Bovara migliora la fornitura di acqua al comune di Trevi, consentendo il recupero di una parte della portata dell’acquedotto Valle Umbra che si alimenta dalla sorgente di Rasiglia-Alzabove. Questo intervento è quindi anche a vantaggio degli altri sette comuni che sono alimentati da tale impianto (Foligno, Spello, Castel Ritaldi, Bevagna, Giano, Gualdo Cattaneo).

Sono molte le operazioni che sta mettendo in atto VUS per cercare di compensare almeno in parte la notevole riduzione della portata delle sorgenti che sta riguardando tutto il territorio gestito. Ricerca e collegamento di nuovi fonti di approvvigionamento, realizzazioni di interconnessione tra le reti esistenti, sostituzione di tratti di rete in cattive condizioni e un’intensa attività di ricerca perdite sono gli interventi più rilevanti sui quali si sta ponendo particolare attenzione in vista della prossima estate, che si preannuncia particolarmente critica sul fronte della fornitura di acqua.  Già ora ci sono zone del territorio in cui è necessario effettuare trasporti per garantire il riempimento di alcuni serbatoi e garantire la fornitura. È intuibile quindi che con l’aumento del consumo che si verifica nei mesi estivi la situazione non potrà che aggravarsi. È particolarmente importante quindi, adottare comportamenti che riducano i consumi ed evitino gli sprechi e tener presente che l’acqua non è una risorsa illimitata.