11 giugno 2009 Premiazione degli Istituti scolastici partecipanti ai progetti ECO-VUS

SPOLETO, DATA: premiate le scuole provenienti da tutto il comprensorio dei comuni gestiti da Valle Umbra Servizi vincitrici dei due progetti di educazione ambientale “Ecoland” e “Ecoblog”.proposti dall‘azienda

Nati per sensibilizzare ed educare le giovani generazioni al problema ambientale, i progetti hanno previsto attività quali il concorso letterario, la gare per la raccolta di alluminio, mercatino virtuale e l’eco-blog, attività distinte in base alle scuole.

Lo scopo è avvicinare le giovani generazioni attraverso linguaggi e strumenti che più li appassionano per farli familiarizzare con tematiche come la raccolta differenziata, il risparmio idrico e energetico.

Concorso letterario: su un totale di 23 classi partecipanti, alcune si sono distinte per l’originalità, l’ efficacia e lo stile degli elaborati presentati. L’attività rientra nel progetto Ecoland, rivolto alle scuole elementari e medie, che ha coinvolto gli alunni nella produzione di racconti, fiabe, poesie aventi come soggetto l’ambiente e tutti suoi aspetti.

Prime classificate a pari merito nella sezione scuola primaria sono state la classe 2A della scuola primaria “Le Corone” di Spoleto e le classi 4B e 4A della scuola primaria  1° circolo di Foligno; è stata assegnata invece la menzione speciale alla classe 5 dell’Ist. comprensivo “N. Alunno” di Belfiore (Foligno).

Il primo premio per le scuole secondarie va, a pari merito, alle classi 1B della scuola sec. di 1° circolo “Gentile da Foligno” (Foligno) e 1B dell’Ist. comprensivo “F. Melanzio” (Montefalco). il secondo premio, a pari merito, va alle classi 2A e 2B dell’Ist. Comprensivo di Norcia e alla 1A dell’Ist. comprensivo “F. Melanzio” (Montefalco).

Ecoland rappresenta l’ideale “paese ecologico” , un luogo in cui le persone sono consapevoli dei danni ambientali che l’umanità è in grado di generare; ed è proprio su questa consapevolezza che bisogna iniziare ad agire, sensibilizzando soprattutto i giovani, preservando l’innato legame tra natura e uomo, risparmiando le risorse e facilitando le dinamiche della produzione, del consumo e della solidarietà.

Mercatino virtuale: le classi 1C e 1D della scuola media “Pianciani-Manzoni” (Spoleto) si sono aggiudicate il premio per la realizzazione di un dinamico scambio di oggetti in rete. Il mercatino coinvolgeva ragazzi e famiglie che, attraverso l’inserimento di annunci in pagine create in un apposito sito internet gestito da VUS, avevano come obiettivo il riutilizzo dei propri oggetti da buttare o non più in buono stato.

Il mercatino è ancora aperto: è stato protratto fino a settembre quando, in concomitanza all’apertura delle scuole, avverrà lo scambio. La prospettiva è quella di estendere l’iniziaitva anche ai cittadini e allagare quindi la partecipazione  a questo mercatino on line.

Raccolta dell’alluminio: doppia vittoria per la scuola media “Pianciani-Manzoni” in quanto vincitrice anche nella gara per la raccolta dell’alluminio. Si è distinta rispetto alle concorrenti per la costanza e l’impegno con il quale gli studenti hanno affrontato la sfida, ma hanno anche dimostrato un eccellente grado si sensibilizzazione alla tematica ambientale,.I ragazzi  della Pianciani hanno raccolto ….kg di allumio ognuno.

L’EcoBlog: Vincitori tra le scuole superiori sono stati gli alunni della classe 1AL del Liceo scientifico “A. Volta” di Spoleto, mentre tra le medie si è aggiudicata il premio la Scuola “G. Ferrarsi” di Spello con le tre classi terze. Menzione speciale è stata attribuita alla 3A e 3B dell’Ist. Comprensivo “Ten. Ugo Marini” di Bevagna.

Destinato agli studenti delle terze medie e Istituti superiori, il progetto ha visto una buona partecipazione da parte dei ragazzi che hanno affrontato il tema della protezione ambientale attraverso l’uso di Internet, un mezzo che ormai li accompagna nella quotidianità.

L’attività prevedeva la costruzione di un blog, una sorta di diario on line in cui chi scrive può condividere con gli amici storie, riflessioni, commenti, immagini, filmati per poi avere un immediato riscontro. Centrale è la piena autonomia, libertà dello strumento assieme al confronto tra i ragazzi.

Varie le tematiche trattate: il rispetto dell’ambiente, la raccolta differenziata, le energie alternative in vista di una progressiva sensibilizzazione.