Whistleblowing

Valle Umbra Servizi Spa è tenuta ad applicare la normativa in materia di tutela di coloro che segnalano violazioni di disposizioni normative nazionali o dell’Unione europea che ledono l’interesse pubblico o l’integrità dell'azione amministrativa pubblica, delle quali siano venuti a conoscenza all’interno del proprio contesto lavorativo.  A tale scopo si favorisce l’utilizzo del whistleblowing quale fondamentale misura di etica e prevenzione dei rischi corruttivi.

La Valle Umbra Servizi S.p.A., in continuità con gli adempimenti (procedura e software gestionale dedicato di cui la Società si è dotata nel corso dell’anno 2021) posti in essere per adempiere alle previsioni del cd. “Whistleblowing”, ha provveduto ad aggiornare la procedura per la gestione delle segnalazioni di illeciti (Whistleblowing), recependo quanto previsto dal D.Lgs. 10 marzo 2023, n. 24 di “Attuazione della direttiva (UE) 2019/1937 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2019, riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione e recante disposizioni riguardanti la protezione delle persone che segnalano violazioni delle disposizioni normative nazionali” e mettendo a disposizione dei soggetti espressamente previsti dalla normativa tutte le informazioni sul canale, sulle procedure e sui presupposti per effettuare segnalazioni interne o esterne (cosiddette segnalazioni di whistleblowing), contenute nell’allegato documento “Disposizioni in materia di segnalazioni Whistleblowing”-.
Ferma restando la possibilità di inoltrare segnalazioni anonime, ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 24/2023, la Società garantisce, comunque e in ogni modo, la riservatezza dell’identità del segnalante e tutte le tutele normativamente previste a beneficio del segnalante.
Si precisa che saranno prese in considerazione solo ed esclusivamente le segnalazioni effettuate dai soggetti legittimati attraverso i canali appositamente destinati e per le violazioni previste espressamente dalla normativa vigente.

SEGNALAZIONI INTERNE 

Segnalazione tramite piattaforma informatica Whistleblowing
Qualora il segnalante intenda effettuare la segnalazione tramite il canale informatico, dovrà accedere alla piattaforma, tramite il link sottoindicato.
Il canale informatico permette la separazione dei dati del segnalante dal contenuto della segnalazione, mediante l’impiego di strumenti di crittografia idonei a tutelare e mantenere riservata l'identità del segnalante, il contenuto della segnalazione e la relativa documentazione.
Qualora sia indispensabile ai fini del corretto espletamento dell’istruttoria, il RPCT può decidere di accedere all’identità del segnalante, il quale riceverà automatica notifica dell’avvenuta operazione e delle motivazioni poste alla base della stessa.
Il segnalante può controllare lo stato del procedimento, accedendo alla piattaforma telematica, mediante codice univoco crittografato generato dal sistema al termine della procedura di segnalazione.
Le segnalazioni tramite piattaforma informatica possono essere inviate cliccando sul seguente link:
https://valleumbraservizispa.whistleblowing.it

Segnalazione tramite sistema “cartaceo”

La segnalazione deve essere trasmessa unicamente al RPCT, utilizzando il modello reperibile sul sito istituzionale, ovvero su carta libera indicando tutte le informazioni previste dal modello stesso.
Il modello è predisposto in due parti: nella prima devono essere indicati i dati identificativi del segnalante, nella seconda dovranno essere riportati i fatti oggetto di segnalazione. Le due parti, debitamente compilate, devono essere imbustate separatamente e su ogni busta, in base al contenuto della stessa, deve essere apposta una delle seguenti diciture “dati del segnalante” o “dati della segnalazione”. Entrambe le buste devono essere inserite in un'ulteriore busta, sulla quale deve essere apposta la dicitura “riservata personale” e consegnata a mano oppure inviata per Posta ordinaria all’attenzione del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza.

Allegati
Ulteriori informazioni

Archivio 

 

Data di pubblicazione 19/02/2024